Ottieni geocodifica a livello aziendale gratuitamente con l'API Positionstack (RECENSIONE)

click fraud protection

Non devi essere Google Maps per ottenere valore dal geocodifica. E, grazie a Positionstack, non è nemmeno necessario il budget tecnico del Big G per farlo. Oggi esaminiamo la solida API di Positionstack, che mira a rendere la geocodifica in avanti e inversa a livello aziendale sia altamente conveniente che utilizzabile.

PositionStack - Forward Forward - & - Reverse-Batch-Geocoding-REST-API

Positionstack 101

Quindi, perché dovresti preoccuparti di leggere una recensione di oltre 2000 parole Positionstacke cosa guadagni? La risposta sembra carina, ma è accurata: il il mondo intero.

Considera per un momento quanti posti ci sono sulla mappa del mondo. Ora, moltiplica quel numero nella tua testa per ogni pezzo di metadati di cui la tua azienda ha bisogno per conoscere quei luoghi. Questo è ciò che offre Positionstack, e poi alcuni.

Diamo un'occhiata ad alcune statistiche rapide su Positionstack:

  • Miliardi effettivi di richieste di ricerca di geocodifica elaborate ogni ora, ogni giorno; con uptime del 100% e tempi di risposta <100 ms
  • Infrastruttura basata su cloud e altamente scalabile
  • Dati in tempo reale su tutti i paesi del mondo, compilati in un set di dati cavernoso che viene aggiornato ogni poche ore
  • Piani di abbonamento generosamente ripartiti, a prezzi competitivi; oltre a una quota mensile di 10.000 richieste senza rivali per gli utenti gratuiti
  • Supporto di integrazione per tutti i principali linguaggi di programmazione
  • Documentazione completa e di facile lettura completa di frammenti di codice
  • Un team di soddisfazione del cliente di livello mondiale con esperienza al servizio di clienti come Zendesk, Slack, LinkedIn, Lyft, Apple e Amazon

Positionstack ha sicuramente il suo pedigree sotto controllo, ma nel caso in cui non sei convinto da una manciata di punti elenco, facciamo un tuffo nel profondo di com'è usare l'API.

Guida di avvio rapido in 3 passaggi di Positionstack

Se passi del tempo sul loro sito Web, vedrai che Positionstack sottolinea davvero la facilità d'uso come punto di vendita principale per la loro API. Durante il processo di registrazione, vedrai immediatamente che è abbastanza vero. In effetti, la prima cosa che vedi dopo aver digitato le credenziali del tuo account è una rapida tabella di marcia di ciò che serve per iniziare a funzionare con Positionstack in tre semplici passaggi. Diamo un'occhiata:

  1. Imposta la chiave di accesso API - Per impostazione predefinita, ti viene consegnata una chiave di accesso pronta per l'uso. Tuttavia, è possibile reimpostare facilmente questo comando in base alle esigenze.
  2. Scegli endpoint API - Tratteremo gli endpoint API in modo più approfondito nella prossima sezione, ma per ora basta capire che questo passaggio si riferisce alla configurazione del tipo di dati restituiti quando l'app effettua una richiesta a Positionstack. È qui che vedrai prima l'URL di base, che è il punto in cui indirizzi le tue richieste, ma appare anche nella documentazione. Infine, vediamo una richiesta API di esempio, che consiste in poche semplici righe di codice.
  3. Integrazione delle applicazioni - L'ultimo passaggio si riferisce all'integrazione finale dell'API di Positionstack nella tua applicazione. C'è un bel po 'di conoscenza su questo processo e la maggior parte è descritta nella documentazione. La cosa importante qui è: il team di supporto di Positionstack ha le spalle e offrirà tanto o quanto poco aiuto necessario per configurare e integrare la loro API nella tua app.

Abbastanza facile vero? Le API possono sembrare intimidatorie per le persone senza una conoscenza IT approfondita all'inizio. Ma subito, Positionstack ti conforta con la consapevolezza che non solo è facile, ti aiuteranno lungo la strada con un'incredibile documentazione del loro design intelligente. Aiuta anche loro a disporre di un team appassionato di esperti pronti ad aiutarti.

La dashboard del tuo positionstack

Raddoppiando il loro valore fondamentale di facilità d'uso, Positionstack offre un dashboard semplificato e ordinato da cui puoi accedere a tutto ciò che devi sapere sulla tua API. Diamo un'occhiata alle opzioni della barra laterale:

  • Pannello di controllo - Qui troverai le notifiche (di solito ti avvisano quando si superano determinate soglie di utilizzo), quindi i collegamenti alla Guida di avvio rapido in 3 passaggi e alla relativa pagina della documentazione. C'è anche una panoramica della chiave API, dell'abbonamento corrente, dei dettagli dell'account e del metodo di pagamento.
  • Aggiornamento / Abbonamento - È possibile modificare l'abbonamento su una di queste due opzioni. Esegui l'upgrade in qualsiasi momento, anche se per passare da un piano mensile o annuale in entrambe le direzioni, devi prima eseguire il downgrade a un account gratuito, quindi selezionare l'opzione desiderata. Il supporto di Positionstack è pronto ad aiutarti se hai bisogno di aiuto.
  • Conto / Pagamento - Questi sono autoesplicativi; entrambe le schede ti permetteranno di aggiornare le tue credenziali in qualsiasi momento. Va detto che apprezziamo che non seppelliscono questi controlli di base in un'interfaccia troppo progettata e appariscente. WYSIWYG.
  • Utilizzo dell'API - Probabilmente la scheda che rivedrai più spesso, qui puoi trovare la quota della tua richiesta mensile che hai consumato finora. C'è anche una sezione utile che mostra le statistiche sull'utilizzo nel tempo, in modo da poter adattare la tua strategia di conseguenza.

Documentazione API

Ora arriviamo al cuore e all'anima dell'offerta di Positionstack: il Documentazione API. Considera questa pagina come il tuo manuale d'uso, che descrive in dettaglio ciascun endpoint API, i loro parametri e il tipo di informazioni che restituiranno.

Questa pagina è suddivisa in cinque diverse sezioni. Esamineremo ciascuno di essi, impiegando un po 'di tempo e verbosità per fornirti un contesto per farti capire meglio cosa troverai.

Iniziare

Qui troverai Funzioni base che si applicano ad ogni richiesta effettuata con Positionstack. Questi sono:

  • Chiave API - La tua chiave API è come un passaporto digitale che utilizzerai per accedere al set di dati di Positionstack. Senza di essa, l'API è inutile per te. Se ritieni che sia stato compromesso, puoi facilmente ruotare la vecchia chiave per sostituirla con una nuova.
  • crittografia - La crittografia SSL a 256 bit è utilizzata su Internet ed è lo standard del settore per la sicurezza per una buona ragione. Sebbene sia necessario un piano di base o migliore per crittografare le comunicazioni della tua app con i server di Positionstack, vale la pena investire da solo. Per evocare la crittografia, è sufficiente modificare HTTP in HTTPS nell'URL di base dell'API. Semplice!
  • Richiami JSON - Non entreremo in troppi dettagli tecnici su come funziona, ma se le tue richieste API vengono bloccate da criteri della stessa origine, usi i callback JSON per influire su una soluzione alternativa. In sostanza, richiedi dati da uno script esterno, che non si impantana con problemi tra domini.
  • Errori API - Come per qualsiasi cosa, a volte le tue richieste API si imbatteranno in errori. Positionstack lo capisce e ha integrato nella sua app una funzionalità di segnalazione degli errori per aiutarti a identificare cosa è andato storto. Gli errori di richiesta API restituiranno automaticamente un oggetto errore nel formato JSON, oltre a oggetti secondari di codice, messaggio e contesto per fornire il contesto dell'errore.

Endpoint API

Questa sezione documenta la funzionalità di carne e patate di Positionstack, vale a dire geocodifica in avanti e indietro. Se non sei sicuro al 100% di quale sia la differenza, pensa al geocodifica come a una strada a doppio senso in cui puoi tradurre luoghi e indirizzi scritti in semplice inglese su dati di posizione come coordinate e indirizzi IP, e viceversa.

Quindi, utilizzeresti la geocodifica in avanti per convertire la posizione della Torre Eiffel in coordinate. Allo stesso modo, puoi scoprire l'indirizzo stradale associato a un indirizzo IP utilizzando la geocodifica inversa. Abbastanza semplice, dopo tutto!

Richieste di geocodifica in avanti / indietro

Per effettuare una richiesta di base per entrambi i tipi di geocodifica, è necessario aggiungere l'endpoint appropriato (/forward o /reverse) all'URL di base dell'API. Successivamente, fornirai la chiave di accesso, quindi esegui un domanda utilizzando un indirizzo di localizzazione in inglese normale o i relativi dati di localizzazione corrispondenti, e voilà! Sarà simile a questo:

https://api.positionstack.com/v1/forward? access_key = YOUR_ACCESS_KEY & query = 1600 Pennsylvania Ave NW, Washington DC. 

o

https://api.positionstack.com/v1/reverse? access_key = YOUR_ACCESS_KEY & query = 40.7638435, -73.9729691. 

Naturalmente, il set di dati di Positionstack contiene molto, molto più di semplici indirizzi e coordinate. È possibile analizzare queste altre categorizzazioni mediante l'uso di vari parametri. Ecco un esempio di cosa: a geocodifica in avanti richiesta, interrogando la Casa Bianca, assomiglia a:

{"data": {"results": [{"latitudine": 38.897675, "longitudine": -77.036547, "label": "1600 Pennsylvania Avenue NW, Washington, DC, USA", "name": "1600 Pennsylvania Avenue NW "," tipo ":" indirizzo "," numero ":" 1600 "," via ":" Pennsylvania Avenue NW "," codice postale ":" 20500 "," fiducia ": 1," regione ":" Quartiere of Columbia "," region_code ":" DC "," amministrative_area ": null," neighbourhood ":" White House Grounds "," country ":" United States "," country_code ":" US ", "map_url": " http://map.positionstack.com/38.897675,-77.036547" } ] } }

È interessante notare che se dovessi fare un geocodifica inversa richiedendo l'utilizzo delle coordinate approssimative della Casa Bianca, i risultati restituiti sembrerebbero quasi identici, tranne per il fatto che vedresti anche la differenza distanza tra le tue coordinate e le coordinate ufficiali della Casa Bianca come appaiono nel set di dati di Positionstack.

Il motivo di questa somiglianza è che entrambi gli endpoint utilizzano lo stesso array di parametri GET e sono quindi in grado di restituire (quasi) gli stessi oggetti di risposta. Ciò significa che, indipendentemente dai dati iniziali che devi seguire, puoi ottenere in cambio una serie completa di dati sulla posizione. (È possibile restringere questi risultati utilizzando le API i campi parametro, ma ne parleremo più avanti).

Nota: la pagina della documentazione di Positionstack fornisce dettagli dettagliati su ogni parametro e oggetto di risposta, quindi assicurati di verificarlo!

Richieste batch

L'ultima sezione principale di questa impostazione della documentazione riguarda richieste batch. Tutto quello che devi fare è invocare il lotto parametro, quindi nidificare più domanda istanze (insieme ai parametri desiderati) sotto in un'unica richiesta e l'API di Positionstack si occupa di tutto il resto. È semplicissimo e si presenta così:

{"batch": [{"query": "Main Street", "country": "US", "region": "Minnesota"}, {"query": "Main Street", "country": "US", "region": "Illinois"}, {"query": "Main Street", "country": "US", "region": "Missouri"} ] }

Dati avanzati

Oltre ai parametri di base della posizione, puoi personalizzare ulteriormente le tue richieste API per restituire di più dati avanzati. Questi includono:

  • Mappe incorporabili - Restituisce un oggetto map_url collegato al risultato della geocodifica, che è possibile utilizzare per creare un'attraente rappresentazione della mappa visiva sul proprio sito Web o app.
  • Modulo Paese - A differenza di altri parametri che restituiscono fino a pochi oggetti di risposta, country_module restituisce un'incredibile serie di dati sul tuo Paese interrogato. Non sono solo coordinate e indirizzi; è la capitale, la bandiera, il nome ufficiale, lo stato di paese senza sbocco sul mare (o meno), le valute utilizzate, le lingue parlate, i codici di chiamata e altro ancora.
  • Modulo Sun - Umoristicamente, la documentazione di Positionstack descrive questi dati come "astrologici". Non otterrai il tuo oroscopo con questo parametro, ma vedrai i dati su quando il sole sorge e tramonta, secondo la cronologia astronomica, civile e nautica.
  • Modulo fuso orario - Append timezone_module per restituire l'offset GMT di una posizione in secondi o come stringa di linguaggio naturale.
  • Modulo Box perimetrale - Se una singola coppia di coordinate x / y non è adatta alla tua attività, prova un rettangolo di selezione che racchiude un'area con valori minimi e massimi per longitudine e latitudine.

Opzioni aggiuntive

L'API Positionstack ha una tonnellata di dati da lanciarti, ma per fortuna ti fornisce strumenti aggiuntivi per gestire questa fonte di informazioni.

  • Specifica i campi di risposta - Abbiamo approfondito la quantità di dati che Positionstack può restituire, ma tieni presente che tutti questi dati hanno un costo. Se vuoi limitare le tue richieste mensili, puoi farlo con il i campi Aggiunta dei fields = results.flag, ad esempio, causerà l'output dell'API solo della bandiera del tuo Paese richiesto. Puoi invocare i campi tutte le volte che è necessario per ottenere il set di dati specifico richiesto.
  • Specifica il formato di output - Gli abbonati gratuiti sono limitati al formato JSON per i risultati di geocodifica restituiti. I clienti paganti, tuttavia, possono aggiungere produzione sulle loro richieste di specificare JSON, XML o GeoJSON come necessario.

Esempi di codice

Quando Positionstack dice che sono qui per aiutarti, lo intendono. Abbiamo già visto quanto sia accurata la loro documentazione, ma la completano con la massima praticità esempi di codice in tutte le lingue supportate dalle loro API. Non copieremo / incolleremo quel codice qui, ma per un rapido riferimento, queste lingue sono:

  • Pitone
  • Nodejs
  • jQuery
  • Partire
  • Rubino

Prova e prestazioni

A questo punto, dovrebbe essere chiaro che Positionstack è in grado di fare molto. Ma, quanto bene fa queste cose?

Innanzitutto, consideriamo un po 'di contesto. Positionstack è uno degli oltre 20 microservizi API nell'ecosistema basato su cloud di Apilayer. Insieme, queste API servono oltre un milione di clienti B2B dalle start-up fino alle aziende. Alcuni dei loro clienti più importanti includono Amazon, Apple, Slack, LinkedIn e molti altri nomi familiari. Chiaramente, hanno una solida infrastruttura per gestire questa scala di domanda.

Per i suoi meriti, Positionstack è all'altezza del suo pedigree, con un incredibile uptime del 100% per tutto il 2020 al momento della stesura. Questo è ancora più impressionante se si considera l'API di routine elabora oltre un miliardo di ricerche di geocodici al giorno per cliente di balene, per non parlare della vertiginosa serie di richieste simultanee provenienti dalla loro scuderia di clienti PMI. Inoltre, queste richieste in genere raccolgono risposte tra 10 e 100 ms.

Nel nostro libro, è una sorta di meraviglia tecnologica, soprattutto considerando quanto sia aggressivo il prezzo di questa offerta SaaS.

E non è solo la potenza pura a rendere così attraente Positionstack. Il loro set di dati è davvero sofisticato, proveniente da nomi affidabili come Nominatim, GeoNames, Pelias e OpenStreetMap. Positionstack verifica, filtra e ricombina questa ricchezza di dati più volte al giorno, spingendo aggiornamenti regolari tramite algoritmi intelligenti che ti assicurano di avere sempre dati di posizione altamente precisi, in qualsiasi parte del mondo e in tempo reale tempo.

Odiamo rovinare il nostro verdetto finale, ma se stai cercando una soluzione di geocodifica robusta e scalabile, il curriculum di Positionstack richiede uno sguardo più attento.

Prezzi

Apilayer ha deciso di fornire un'alternativa economica al software di geocodifica di livello aziendale molto costoso e, a tal fine, ha avuto successo.

PositionStack - API di geocodifica e mappe per indirizzi gratuiti

Il positionstack arriva in cinque prezzi livelli e supporta la fatturazione mensile o abbonamenti annuali con uno sconto del 20%. Tali livelli sono:

  • Gratuito - Valutato per uso personale, stai ancora ottenendo un buon chilometraggio con 25.000 richieste mensili di geocodifica in avanti e indietro, emesse nel formato JSON. Non hai molte funzionalità avanzate o assistenza clienti, ma ti abbiamo già mostrato quale risorsa preziosa è la loro pagina di documentazione. Questo livello è gratuito e senza impegno: non è nemmeno necessario fornire i dettagli della carta di credito per iniziare.
  • Di base - Il pacchetto commerciale entry-level. Gli abbonati di base quadruplicano la loro quota mensile a 100.000 richieste di geocodifica, oltre a ottenere l'accesso a avanzato funzionalità come la crittografia HTTPS, più opzioni di output (JSON, XML, GeoJSON), mappe incorporabili, più lingue, e altro ancora Ottieni una licenza Positionstack commerciale per soli $ 9,99 al mese.
  • Professionale - L'offerta più popolare di Positionstack, il livello Professional offre un aumento di dieci volte delle richieste di geocodifica, fino a 1.000.000 al mese. Sono presenti tutte le chicche del livello Basic e poi alcune, in particolare le richieste batch per applicazioni pesanti. Questo livello arriva a $ 49,99 al mese.
  • Attività commerciale - Passando alle prestazioni su scala aziendale, il livello Business riduce la quota mensile a ben 3.000.000 di richieste. Ancora una volta, tutte le funzionalità avanzate sono completamente disponibili, supportate dall'appassionato team di assistenza clienti di Positionstack per aiutarti a ottenere il massimo da esse. $ 99,99 al mese.
  • impresa - Questo è il livello in cui le offerte standard escono dalla finestra e il cliente è il re. Hai esigenze precise che richiedono soluzioni personalizzate e Positionstack è pronto per raggiungere i tuoi obiettivi. Sei tu a dettare le tue richieste di volume mensili, anche (soprattutto) se sono variabili. Hai bisogno di più potenza dall'API? Contatta il supporto per soluzioni personalizzate. Contatta Positionstack per un preventivo.

Verdetto

Positionstack fa esattamente ciò che si prefiggeva di fare: ridurre la geocodifica a livello aziendale da punti di prezzo altrimenti fuori budget per la maggior parte delle PMI, senza sacrificare le prestazioni. La loro API è ben documentata e facile da usare, ma offre una solida integrazione in tutti i principali linguaggi di programmazione per la massima utilità. Il numero di richieste che Positionstack gestisce abitualmente è sconcertante, mentre il loro set di dati è gestito in modo intelligente per una portata veramente globale nella geocodifica in tempo reale. Se sei sul mercato per questo tipo di prodotto, non dormire su Positionstack.

Che tipo di integrazione hai pianificato? Come utilizzerai la geocodifica nella tua azienda? Hai domande o commenti su Positionstack? Lasciaci una nota nei commenti qui sotto.

watch instagram story